Giovedý Grasso in oratorio
IL ROGO DELLA VECCHIA
15 marzo 2012


PROCESSO ALLA VECCHIA
"Le Parolacce"




GIUDICE: Silenzio! Fate tutti Silenzio! Siamo in un’aula di tribunale.
Entra la Vecchia che urla! Le sue parole sono interrotte da un “bip” di censura.
VECCHIA: Lasciatemi stare! …(bip) Sono innocente! …(bip) Brutti …(bip)
GIUDICE: Diamo inizio al Processo! La parola all’accusa.
ACCUSATORE N. 1: La qui presente signorina Lingualunga Pococervello, conosciuta come la Vecchia, è accusata di gravi crimini!
ACCUSATORE N. 2: La Vecchia è accusata di: MALEDUCAZIONE, VOLGARITA’, SUPERSTIZIONE, ma soprattutto …
ACCUSATORI N. 1 e N. 2: ABITUDINE ALLA PAROLACCIA!!!
GIURIA: Oooooooooooooooooooooh….
VECCHIA: E’ tutto falso! (Bip) Sono innocente! (bip) Brutti … (bip)
ACCUSATORE N. 1: E invece è vero! E tutti nel quartiere lo possono confermare! Giusto?
GIURIA: (gridando) Sì! E’ vero! Sei una strega! Ci hai stufato! Basta Parolacce!
VECCHIA: Mascalzoni! (bip) Ve ne pentirete! (bip) Brutti … (bip)
GIUDICE: Silenzio! Così peggiorate la vostra situazione!
ACCUSATORE N. 2: Signor giudice, vorrei chiamare a testimoniare due care signore: la signora Della Donna Pia Francesca e la signora Della Donna Pia Angiolina… Cosa avete da dirci care … Pie Donne?
PIE DONNE: Quella Vecchia è diabolica! E’ diventata una tortura!
A noi piace guardare la televisione, ma ormai tutti i programmi subiscono il maleficio di questa vecchia.
Lei costringe i personaggi televisivi a dire tante volgarità e tante parolacce… Non ne possiamo proprio più!
GIUDICE: Va bene, basta così. Grazie signore Pie…
ACCUSATORE N. 2: Ed ora entri il secondo testimone: la squadra di calcio!
SQUADRA: (entra cantando “Po popopo po po oh…”)
Anche noi abbiamo qualcosa da dire!
Quella vecchiaccia rovina tutti i nostri allenamenti in oratorio! Siamo costretti a giocare tappandoci le orecchie con le mani per non sentire le parolacce che ci grida contro!
PORTIERE: E io che sono portiere … immaginate che fatica parare con le mani sulle orecchie!
SQUADRA: Ora andiamocene, prima che ricominci! Andiamo ad allenarci!
Vanno via cantando “Po popopo po po oh…”
GIUDICE: Adesso non ci sono più dubbi! Deciderò la vostra pena!
GIURIA: Al rogo, al rogo!!
GIUDICE: Per tutte le cattiverie che avete commesso, io
condanno voi, Lingualunga Pococervello, al ROGO!
E insieme a voi bruceranno tutte le volgarità che affliggono il nostro linguaggio e dichiaro quest’anno “ANNO DELLE BELLE PAROLE”. Tutti, e dico tutti (rivolgendosi al pubblico) avranno il dovere di fare … una bella pulizia!!!
E ora … AL ROGO!!!